privacy

Informativa ai sensi dell'art. 13
Regolamento UE 679/2016 - GDPR


Ai fini del Regolamento Ue n. 679/2016, in vigore dal 25/05/2018 e della normativa in materia di antiriciclaggio (D.lgs. 231/2007 e successive modifiche ed integrazioni), con riferimento alla tipologia di operazioni richieste e compiute, ai mezzi di pagamento adoperati, ai dati personali di cui l’Avv. Cristian Sorrentino e l’eventuale codifensore entrerà/anno in possesso, con l’affidamento della sua/vostra pratica, si rende noto quanto di seguito.

1. Finalità del trattamento dei dati. Il trattamento dei dati comuni, identificativi, sensibili, giudiziari, genetici, biometrici, è finalizzato unicamente, secondo il principio di necessità, alla corretta e completa esecuzione degli adempimenti degli incarichi giudiziali e stragiudiziali conferiti, nonché alla corretta fatturazione dei compensi per l’opera svolta. Potrebbe anche essere necessario provvedere all'esecuzione degli adempimenti sanciti dalla normativa antiriciclaggio, tra i quali l’identificazione, registrazione e segnalazione delle persone e delle operazioni sospette.

 
2. Modalità del trattamento e di conservazione dei dati. Il trattamento dei dati avviene sia mediante supporto cartaceo che con strumenti elettronici o automatizzati nell’esecuzione degli incarichi affidati, tipicamente l’utilizzo del computer per la videoscrittura, l’invio di atti, documenti e missive a controparti, colleghi domiciliatari, consulenti tecnici, autorità pubbliche, enti, tramite posta, fax, PEC ed email. Il trattamento dei dati viene effettuato dal titolare, dall’eventuale contitolare e dalle persone dallo stesso incaricate, nei limiti dell’incarico conferito. Il trattamento dei dati dura, normalmente, fino all’esaurimento dell’incarico affidato e, successivamente mediante archiviazione sia cartacea che informatica, nella misura in cui la normativa impone la conservazione. Attualmente per anni dieci.

3. Conferimento dei dati. Il conferimento di dati personali comuni e sensibili, anche genetici, biometrici e giudiziari, è strettamente necessario ai fini dello svolgimento dell’incarico professionale affidato.

4. Rifiuto di conferimento dei dati. L’eventuale rifiuto dell’interessato di conferire dati personali come sopra descritto comporta l’impossibilità di adempiere all’espletamento del mandato professionale conferito.

5. Comunicazione dei dati. I dati personali possono venire a conoscenza degli incaricati del trattamento e possono essere comunicati per le finalità di cui al punto 1 a collaboratori esterni, soggetti operanti nel settore giudiziario, alle controparti e relativi difensori, a collegi di arbitri e, in genere, a tutti quei soggetti pubblici e privati cui la comunicazione sia necessaria per il corretto adempimento delle finalità indicate nel punto 1, ad esempio Ufficio Italiano Cambi, Ministero dell’Economia e Finanze, Agenzia delle Entrare, Centro per l’Impiego. In specifiche occasioni, per le finalità di cui al punto 1, nonché per la necessità di reperire e riferire messaggi ai clienti e alle parti assistite e raccogliere le loro determinazioni, potrebbe essere necessario comunicare alcuni dati comuni e personali, talvolta sensibili e/o giudiziari, anche a coniugi, discendenti, ascendenti o conviventi del/dei cliente/i e della/delle parte/i assistita/e. 

6. Diffusione dei dati. I dati personali non sono soggetti a diffusione.

7. Trasferimento dei dati all’estero. I dati personali possono essere trasferiti verso Paesi dell’Unione Europea e verso Paesi terzi rispetto all’Unione Europea nell’ambito delle finalità di cui al punto 1, nonché per le esigenze di memorizzazione ed archiviazione dei dati attraverso servizi di cloud storage remoti.

8. Diritti dell’interessato. L’interessato ha diritto: all’ accesso, rettifica, cancellazione, limitazione e opposizione al trattamento dei dati; ad ottenere senza impedimenti dal titolare del trattamento i dati in un formato strutturato di uso comune e leggibile da dispositivo automatico per trasmetterli ad un altro titolare del trattamento; a revocare il consenso al trattamento, senza pregiudizio per la liceità del trattamento basata sul consenso acquisito prima della revoca; a proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali. L’esercizio dei premessi diritti può essere esercitato mediante comunicazione scritta da inviare a mezzo pec all’indirizzo cristiansorrentino@pec.ordineavvocatinovara.it o lettera raccomandata a/r all’indirizzo Gozzano, Via Madonna del Boggio, 3/B.

9. Titolare del trattamento. Titolare del trattamento è l’Avv. Cristian Sorrentino con domicilio eletto in Gozzano (No), Via Madonna del Boggio 3B.

10. Contitolare. In caso di mandato congiunto, il codifensore identificato nel contratto di conferimento di incarico professionale, è considerato un autonomo titolare del trattamento. I diritti dell’interessato possono essere esercitati mediante comunicazione scritta da inviare a mezzo PEC o lettera raccomandata agli indirizzi esposti nel medesimo contratto.