Sentenza CTR Piemonte 1470/2016 - IRAP professionista - appello - ricorso prestazione di terzi prova assenza autonoma organizzazione

COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE DEL PIEMONTE
SENTENZA 1470/2016

Un commercialista si è rivolto a questo studio dopo aver ottenuto una sentenza sfavorevole in primo grado (nel quale si era difeso da solo), in relazione ad un avviso di accertamento con il quale l'Agenzia delle Entrate contestava al professionista l'applicazione dell'IRAP, poichè lo stesso, nell'anno oggetto di accertamento, aveva collaborato con un collega ricevendo una fattura passiva di rilevante importo. Per l'ufficio tale collaborazione era la prova di un'autonoma organizzazione di capitale e lavoro altrui, cioè il presupposto oggettivo del tributo.
Con il patrocinio del mio studio, il commercialista ha ottenuto in secondo grado lo sgravio totale della cartella, vedendo affermare dalla commissione d'appello il principio opposto e cioè che il ricorso saltuario alla prestazione di terzi (anche di rilevante valore), costituisce la prova dell'assenza di un'autonoma organizzazione.